(Francesco Moncada Princ.)


  • Né vers 1550
  • Décédé le 3 mai 1592 - Adernò, Caltanisetta , à l’âge de peut-être 42 ans

 Parents

 Union(s) et enfant(s)

 Notes

Notes individuelles

Francesco de Moncada, 3º principe di Paternò, 4º duque de Bivona

 
* 13.03.1572 + 03.1595
Genitori
Figli
Títoli

 

 

Conte di Adernò con le sue terre di Centuripe e Biancavilla

D. Francesco Moncada Luna s'investì della Contea e Terra di Adernò a 13 Febbraio 1572 per la morte intestata di Cesare, suo padre, e come suo primogenito (Conserv., libro Inv. re 1570-1576, f. 26 retro).

 

Conte di Adernò

14. — Francesco Moncada e Luna. Invito degli Stati a 13 Febbraio 1572. Morto in Adernò a 3 maggio 1592 e sepolto a Caltanissetta ai Cappuccini.

Sposò Maria Aragona e La Cerda, figlia eredera di Antonio, Duca di Montalto, e di Maria La Cerda suddetti; dotali in not. Cataldo Cangiamila di Palermo 15 Marzo 1584 e 18 Luglio 1585

 

Conte di Caltanissetta, già di Augusta

9. — D. Francesco Moncada Luna s'investì di Caltanissetta a 18 Febbraio 1572 come primogenito e per la morte del C.te Cesare (Conserv. di reg. invest. anno 1570-96, f. 26 retro). Sposò Maria d'Aragona La Cerda, figlia ereditiera di Antonio, Duca di Montalto e di Giovanna La Cerda, figlia del Viceré di Sicilia Giovanni, Duca di Medinaceli. Dotali in Not. Cataldo Cangiamila di Palermo il 15 Marzo 1584 e 18 Luglio 1585. Fu capitano generale delle armi del Regno a difesa di esso dalle scorrerie dei Turchi. Fondò in Caltanissetta il Convento dei Cappuccini ; comprò in Palermo il palazzo detto Ajutamicristo ; ordinò la piantagione del già magnifico Bosco di Mimiano. La Contessa nel 1576 fondò in Caltanissetta l'ospedale affidandolo alle cure dei fratelli di S. Giovanni di Dio. Vendette i feudi di Grutta Rossa e Deliella, membri della Contea, a D. Giovanni Aloisio Lo Puzzo, che s'investì a 25 Aprile 1572 (officio di Protonotaro, I Indiz., foglio 588); e ciò agli atti di Not. Barnaba Bascone di Palermo il 4 Novembre 1571. Riscattò i feudi di Turretta, Rifarà, Chiusa Vecchia,  Marcato d'Arrigo di Gibiljabili da Isabella Caruso: perù egli non s'investì specificatamente di essi. Morì in Adernò di peste nel 1592 disimpegnando il suddetto servizio militare. La salma fu trasportala a Caltanissetta e sepolta ai Cappuccini. La Contessa morì a Tor di Laguna in Ispagna in Febbraio del 1611.

  Photos & documents

{{ media.title }}

{{ media.short_title }}
{{ media.date_translated }}

 Aperçu de l'arbre

Francesco Moncada ca 1510-1566   Caterina Pignatelli, Donna ca 1500-   Pietro Giulio De Luna ca 1510-   Elisabetta De la Vega ca 1510-
| | | |






| |
Cesare Moncada ca 1530-1570   Luigia De Luna ca 1530-ca 1619
| |



|
Francesco Moncada ca 1550-1592



  1. gw_v5_tour_1_title

    gw_v5_tour_1_content

  2. gw_v5_tour_2_title (1/7)

    gw_v5_tour_2_content

  3. gw_v5_tour_3_title (2/7)

    gw_v5_tour_3_content

  4. gw_v5_tour_3bis_title (2/7)

    gw_v5_tour_3bis_content

  5. gw_v5_tour_4_title (3/7)

    gw_v5_tour_4_content

  6. gw_v5_tour_5_title (4/7)

    gw_v5_tour_5_content

  7. gw_v5_tour_6_title (5/7)

    gw_v5_tour_6_content

  8. gw_v5_tour_8_title (6/7)

    gw_v5_tour_8_content

  9. gw_v5_tour_7_title (7/7)

    gw_v5_tour_7_content

  10. gw_v5_tour_9_title

    gw_v5_tour_9_content